Gli insuperabili

Comunicato stampa del Consorzio Parsifal

++ PARSIFAL APPRODA AI PODCAST: UNA SERIE DI 12 PUNTATE DEDICATE A 12 DONNE E UOMINI CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO: PER SOVVERTIRE LA NOSTRA IDEA COMUNE (E SBAGLIATA) DI DISABILITÀ ++

«Disabile è chi non ha stima di sé.»

Questa frase, che abbiamo sentito attribuire, in questi giorni, ad Alex Zanardi, ci ha fatto riflettere molto.

Abbiamo sempre pensato che la disabilità non sia un qualcosa di assoluto e oggettivo, una verità innegabile ed incontrovertibile. La nostra idea è che sia invece un fatto sociale, che dipende da come si vedono le persone, da cosa le consuetudini, le norme, le attenzioni e le disattenzioni di una comunità inducono chi ne fa parte a credere.

L’aforisma folgorante di Zanardi ci ha fatto fare però un salto in avanti.
Sì, perché abbiamo finalmente capito che non è vero soltanto che non è disabile chi crediamo lo sia. È vero anche l’opposto: e cioè che chiunque di noi può essere disabile senza esserne in fondo consapevole.
Lo è se vuole esserlo.
Lo è se non ha fiducia in se stesso.

Zanardi, in altre parole, ci fa uscire dal ruolo di soli osservatori e ci costringe a metterci in gioco tutti. Ognuno di noi deve fare i conti con se stesso.
Ecco quel che vuole dirci.

Queste considerazioni si sono collegate, per un caso fortuito, ad una passione. Quella di Angelo Astrei (a soli 30 anni già regista, giornalista, fotografo, manager dello spettacolo e, da qualche tempo, anche podcaster) per i titoli di coda dei film, le storie dimenticate, i personaggi apparentemente minori.

Questa passione porta spesso Angelo a riscoprire storie su cui si è sedimentata la polvere dei decenni: di persone meravigliose che hanno fatto cose strabilianti ma che poi sono state inspiegabilmente obliate. Le ricordano al massimo gli specialisti di questo o quell’argomento (la musica, la medicina, lo sport, ecc.): la grande maggioranza di noi non li ha mai sentiti neanche nominare.

Bene, il fatto che alcuni dei personaggi riscoperti da Angelo possano apparire a tutta prima malati, menomati, disabili, ha innescato il corto circuito da cui è nata l’idea di produrre il racconto, sola voce, delle loro storie. Il nostro dichiarato scopo è di indurre negli ascoltatori un sovvertimento delle loro convinzioni. Di metterci tutti realmente in gioco quando affrontiamo quel che può disabilitarci.

Ne è nata una serie di 12 podcast che pubblicheremo, da domani, ogni primo sabato del mese e che diffonderemo qui su Telegram e attraverso i nostri canali social. Ma anche su Spotify, Apple Podcast, ecc.

Sono 12 storie di donne e uomini che hanno compiuto imprese straordinarie malgrado la loro disabilità o, meglio, grazie alla loro disabilità.

Cominceremo domani con Blind Tom per proseguire con Garrincha, Anna O., Jean-Dominique Bauby e via via fino a concludere l’ultima puntata, tra un anno esatto, proprio con Alex Zanardi. Con la speranza che possa anche lui avere modo di ascoltare la sua puntata e magari l’intera serie, insieme a tutti noi.

Ascolta le singole puntate

Restiamo in contatto

Se vuoi  puoi iscriverti alla mia newsletter.
Stai tranquillo, odio la spam almeno tanto quanto te.

Copyright 2020 © All rights Reserved. Design by Elementor

Telegram è l'app che preferisco. Puoi entrare nel mio canale cliccando sul bottone qui sotto.

Gli insuperabili
il podcast

il mio canale preferito

Telegram è il canale che preferisco.  

Quasi tutti i giorni posto un piccolo “editoriale” audio e se ti piace quello che c’è su questo sito non perderti neanche un contenuto entrando a far parte della community.